A mio molesto parere

A mio molesto parere - prima di copertinaA mio molesto parere
di Giuseppe Lucca
pp.  164 – EURO 9

 

 

 

 

La mia vita a ricordo in un sonetto

Un consulto di medici sapienti
mi voleva di fronte al creatore,
proprio in mezzo ai celesti suoi clienti,
quando avevo dieci anni e poche ore.
Lustri dopo curavo illustri intenti
tra canne d’organo con vivo ardore;
mi hanno inondato pure di accidenti
e vi dirò il motivo è del dottore.
Sfiorato il paradiso per davvero,
ho intravisto le fiamme dell’inferno,
da accender sull’altare un grande cero
Fortunato come chi ha vinto un terno,
non son rimasto secco bensì intero,
a gestire da me il mio governo

GIUSEPPE LUCCA. Organista e professore di conservatorio.
Pluripremiato in diversi concorsi, ha pubblicato per vari editori sia poesia, che narrativa. Tra i suoi libri “Chi dorme non piglia pesci, ma io soffro d’insonnia” e “Lustra miles carpe”.
Dello stesso autore Chi chatta con la lunaA passeggio per l’anima