La settima carta

La settima carta, di Antonio P. Kazhan

La settima carta
romanzo di Antonio P. Kazhan
pp. 130- EURO 17


 Mauro Reinhart ha ricevuto anni prima in eredità una casa a Londra da un personaggio a lui sconosciuto, un medico di origini tedesche ed emigrato nel Galles che ricorderà tempo dopo di aver conosciuto a Cefalù durante un viaggio dalla Sicilia a Bologna. Non si spiega il motivo di quell’eredità con tutto ciò che v’è dentro, libri di magia, esoterici e trattati antichi, mobili, quadri, scritti ma sopratutto un segreto considerto straordinario e unico e legato alla figura di Ailester Crowley e alla Corona Inglese.
Reinhart utilizzerà la casa come residenza provvisoria aiutato e supportato da una escort londinese, Lynn, che manterrà le chiavi. Diverrà così un esperto di arte ed esoterismo crowleyano ed intenzionato a trasferirsi lì ma impegnato in Italia in altre questioni pericolose vivrà una serie di disavventure che lui riterrà all’origine proprio il possesso di quella casa a Londra e sopratutto dei libri e dei quadri oltre a scritti e documenti considerati segreti che Reinhart considererà a buon vedere la causa primaria dei suoi guai italiani.
Uscito anni dopo dalle questioni pericolose italiane, personali e no, decide di fare un viaggio a ritroso della sua vita negli anni fino a ricondurlo alla casa di Londra decidendo di venderla e disfarsi di tutto ciò che contiene.
La vendita dei libri e della casa con tutto ciò che v’è dentro sembra però interessare misteriosamente una serie di acquirenti legati tutti tra di loro a strutture massoniche ed esoteriche e sataniste. A peggiorare la situazione una serie di orrendi delitti, tutti legati alla casa e a lui e ai suoi ex amori, lo infilano in un’altra questione pericolosa, stavolta a Londra con la stessa Polizia e il Sis londinese tanto da doversi preoccupare per la sua stessa incolumità.